Il processo di depurazione di un impianto ITI mediante quarzite è semplice ed efficace. Permette la rimozione degli inquinanti tipo Solidi Sospesi, eliminando la torpidità dell’acqua. Le sostanze vengono gradatamente trattenute nel passaggio ai diversi strati e l’efficacia filtrante aumenta man mano che il liquido procede verso il basso. Ogni tipo di acqua, che sia per uso potabile, sanitario, tecnologico o proveniente da acquedotti o da approvvigionamenti autonomi, contiene generalmente delle impurità come sabbia, argilla, limo, alghe. Il processo di filtrazione si sviluppa attraverso diverse fasi:
  • l’acqua da filtrare entra forzatamente dalla parte superiore e cade sopra lo strato di graniglia.
  • l’acqua scivola a causa della forza di gravità attraverso lo strato di Quarzite. Le sostanze vengono trattenute man mano che il liquido scende.
  • l’acqua così filtrata e pronta all'utilizzo viene convogliata in una tubazione e può essere consumata o impiegata.
L’efficacia della filtrazione è proporzionale alla velocità con cui l’acqua attraversa lo strato filtrante. Un flusso più lento garantisce una filtrazione ottimale.
Per garantire perfetta funzionalità e longevità dell'impianto, la ITI applica anche un processo di controlavaggio. Sarà la stessa acqua depurata prodotta dall'impianto a ripulire il filtro e assicurarne le prestazioni.